Influenza. La definizione della Leadership

tratto da "Da Ordinario a Straordinario" il nuovo libro di Guy Sottile


ll mondo diventa migliore quando le persone sviluppano la loro leadership e la migliorano. Migliorare te stesso per raggiungere il pieno potenziale della tua leadership cambierà tutta la tua vita. Aggiungerà più efficacia alla tua azione, eliminerà le scorie dei tuoi punti deboli, moltiplicherà il tuo impatto sugli altri.

Se tutto questo è vero, perché è cosi difficile per le persone sviluppare il leader che è in loro? Probabilmente perché hanno un concetto errato sulla definizione di leader.

Ecco alcuni concetti, meglio miti errati sulla leadership:

Non sono nato con le qualità di leader, dunque non posso condurre.

La nostra abilità come leader non è impostata alla nascita. Se è vero che leader non si nasce ma si diventa, è pure vero che tutti nascono col seme della leadership. Questo seme se coltivato e nutrito cresce e porta frutto ma se piantato nel cemento e mai innaffiato si atrofizza e non cresce. Pertanto è un mito credere che solo alcuni nascono con le potenzialità di essere leader infatti la verità è che tutti abbiamo il seme della leadership che la maggioranza seppellisce nel cemento e non coltiva nel modo giusto probabilmente per ignoranza piuttosto che per inerzia.

Un titolo di studio o una posizione di autorità farà di me un leader.

Anche questo è un mito. Infatti il mondo è pieno di persone in autorità che non hanno la minima idea di cosa significhi condurre gli altri. Non è la posizione o il titolo che fa di noi veri leader. Spesso persone che non hanno titoli o posizioni hanno le qualità e le conoscenze necessarie per essere leader.

L’ esperienza lavorativa farà di me automaticamente un leader.

La leadership è come la maturità, non arriva con l’età. Spesso l’età arriva da sola! Essere capo non significa avere le giuste abilità. Infatti è più facile ottenere la proprietà della leadership di qualcosa o qualcuno che imparare le giuste abilità per essere un buon leader.

Aspettare di ottenere la giusta posizione e poi inizio a sviluppare le mie capacità di leadership.

Questa supposizione è totalmente errata. Infatti ha un problema di fondo: quando la opportunità arriverà sarà troppo tardi per prepararsi. Se sviluppiamo la nostra potenzialità di condurre non solo attireremo e incrementeremo le opportunità, ma le sfrutteremo al massimo quando esse arriveranno!

Non è mai troppo tardi era il titolo di un programma della RAI negli anni 60. Mi ricordo che avevo appena 5 anni e seguivo in TV il maestro Manzi che insegnava agli italiani del dopo guerra a leggere e scrivere. Molti impararono senza andare a scuola perché anche se adulti credevano che non era troppo tardi per imparare.

Nella leadership è proprio lo stesso.

Iniziamo senza paura e con tante aspettative imparando principi irrefutabili che cambieranno il corso della nostra vita. Scopriamoli insieme.

La Leadership È INFLUENZA

John C. Maxwell dice sempre che colui che pensa di condurre e non ha chi lo segue si sta facendo solo una passeggiata solitaria.

La leadership è la capacità e abilità di attirare seguaci secondo il livello della nostra influenza.


Ecco alcuni principi fondamentali sulla INFLUENZA.

Tutti influenzano qualcuno.

La verità è che tutti influenziamo e siamo influenzati. La domanda da farsi è se l’influenza che emaniamo o riceviamo è positiva o negativa.

Nei primi 7 anni di età ogni bambino è influenzato dai genitori e dalla sua famiglia. In questo periodo il subconscio che rappresenta la cultura che ci contraddistinguerà, viene formato. Imparare a essere buoni influencer dovrebbe essere un obbligo per i genitori. Tuttavia per mancanza di conoscenza tanti genitori contaminano i propri figli con i loro problemi trasmessi tramite la loro influenza spesso malata.

Chi non aspira a sviluppare la propria leadership deve sapere che volente o nolente, influenzerà qualcuno che spesso è la persona che amiamo e di cui ci prendiamo cura. Per questa ragione dovremmo avere fame di conoscenza per scoprire come sviluppare il leader che è in noi.

La leadership è influenza, niente di più, niente di meno.

Voglio aiutarti a capire veramente ciò che intendo, perché è fondamentale affinché tu cresca nella tua vita per guadagnare maggiori potenzialitàà.

La prima cosa che ti serve per ottenere una reale influenza con la gente è il loro permesso. Cosa voglio dire? Voglio dire che devi costruire una relazione con loro.

Vedi, quando hai rapporti sani, le persone ti seguono perché lo vogliono, non per il tuo titolo o la tua posizione su di loro.

Perché é questo è importante? Perché le relazioni mettono energia nel tuo lavoro. I tuoi rendimenti saranno maggiori. Tu creerai slancio.

La seconda cosa che dovete sviluppare (affiancata alle relazioni) è una reputazione di forte produttore. Devi essere qualcuno che fa le cose con profitto e non solo a parole, che agisce con un alto livello di competenza ed è ritenuto affidabile dai suoi compagni di squadra.

Il Permesso ti permette di ottenere la fiducia degli altri, ma è la tua produttività che li fa rimanere.

Le persone anelano avere un leader che sa portarli in posti dove non sono mai andati prima.

Ci sono cinque passi per sviluppare un'influenza vera e duratura, ma voglio che tu cominci con questi due. Sono il fondamento del tuo successo come leader influente.

Essere un leader non ha niente a che fare con il tuo lavoro o la tua posizione o se sei un genitore, uno studente o un pensionato a casa tua.

Scegli una persona in un'area della tua vita e comincia ad aggiungere valore. Sviluppa una relazione più profonda.

Portala dove non è mai stata prima.

Se riesci a fare queste cose bene, vedrai che la tua influenza si moltiplica a vista d'occhio.

I Cinque Livelli della Leadership


Leadership non è un nome ma un verbo: CONDURRE, entrare in azione!

Questa progressione mi è stata condivisa dal mio mentore nella leadership, John C. Maxwell, esperto numero 1 al mondo nel tema della leadership e desidero svilupparla e spiegarla nel dettaglio per voi.

Comprendere come andare da livello a livello!

I. Posizione

Titolo, posizione. La parola chiave è DOVERE, il team ti segue perché deve! La posizione non fa di te un leader!

Questo livello ci aiuta a definire la nostra comprensione e capacità di leadership! Questo è positivo.

Le persone che ti seguono ti daranno sempre il minimo sindacale! Questo è negativo.


A questo livello riceviamo dagli altri il minimo in termini di energia, tempo e impegno!

Esempio: se il lavoro termina alle 17:00 ci si prepara alle 16:30 perché la luce della tua giornata sta per arrivare. Il lavoro è un dovere non una passione.

Questo principio si applica anche a una cultura oltre che a una organizzazione!

II. Permesso

La parola chiave è RAPPORTO. A questo livello chi ti segue ti vuole seguire perché ti sei connesso con loro! Tu hai la posizione ma piaci a chi ti segue!

I rapporti con le persone sono il FONDAMENTO della leadership!

La leadership è influenza e senza una buona relazione non si può influenzare!

Tre cose importanti da imparare per essere un buon leader relazionale:

1. Il leader sa ascoltare.

Egli cammina lentamente tra le persone.

2. Il leader sa osservare sempre.

3. Il leader apprende sempre.

4. Il leader ama servire perché ha un atteggiamento di servizio.

III. Produzione

La parola chiave è RISULTATO!

A questo livello stai mostrando la tua efficienza!

Ecco le caratteristiche dei leader del terzo livello:

1. Producono per esempio-modello, mostrano come essere produttivi.

Le persone riproducono non quello che sentono ma quello che vedono! Questo è un principio irrefutabile.

Non essere un agente di viaggio che manda le persone dove tu non sei mai stato ma diventa un guida turistica che conduce le persone affidateti durante il viaggio!

Ecco che ora incrementi la tua credibilità e inizi ad ATTRARRE LE PERSONE, perché attiriamo quello che siamo e non le persone che vogliamo!

2. Chi sei determina coloro che attrai nel tuo Team!

3. A questo livello acquisti Momentum-lo slancio e il condurre diventa più facile!

Col momentum si risolvono i problemi, senza di esso ci si ferma perché la rincorsa è troppo corta! Momentum è il mio migliore amico!

IV. Sviluppare le persone

L’asset più importante sono le persone che conduci: se li fai crescere l’organizzazione crescerà!

Tre considerazioni:

1. La chiave per sviluppare le persone sta nel reclutare le persone giuste

Ogni allenatore ha più possibilità di successo con buoni giocatori!

Se non sappiamo chi vogliamo non li identificheremo quando li incontreremo.

2. Posizionarli nel ruolo giusto. Le persone hanno successo perché stanno nelle loro aree di forza! Le persone di successo scoprono il proprio ruolo, i leader di successo scoprono il ruolo da dare al proprio Team! Prova a fare giocare la prima squadra contro le riserve mettendoli fuori ruolo per dimostrare l’importanza di giocare nel giusto ruolo!

3. Equipaggiare fino a quando chi è equipaggiato può equipaggiare gli altri!

V. La Vetta

La parola chiave è RISPETTO!

Ora che hai applicato i primi 4 principi con successo, ti si riconosce per il rispetto che hai acquisito!

Le persone ti seguono per quello che hai fatto e per il valore che hai aggiunto!

A quale livello ti trovi? Non tutti sono allo stesso livello!

Prendi le persone che conduci e chiediti a quale livello sei con ognuna di loro, solo cosi saprai come meglio condurre!

Le persone ti vedranno a secondo del livello in cui ti trovi e avranno reazioni diverse!

Diventa uno studente consacrato ai 5 livelli della leadership e non scordarti mai che essa è INFLUENZA, nulla di più nulla di meno!

28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti