Le 13 cose che mentalmente le persone forti non fanno

1. Non perdono il loro tempo commiserandosi.


Al contrario, esprimono gratitudine."Autocommiserarsi è auto-distruttivo". "Indulgere in autocommiserazione ostacola vivere una vita piena e significativa." È uno spreco di tempo, crea emozioni negative, e fa male ai nostri rapporti.

N

La chiave è quella di "affermare e scoprire le cose buone che abbiamo, e si inizierà ad apprezzare quello che abbiamoqA". L'obiettivo è quello di scambiare la autocommiserazione con la gratitudine. Di cosa dovremmo essere grati nella nostra vita?


2. Non danno a altri il potere di guidare la propria vita!


Dobbiamo avere una forte presa sul nostro potere decisionale: condurre la nostra vita e non meramente accettarla.


Le persone danno via il loro potere decisionale quando non hanno confini fisici ed emotivi.


Stanno in piedi da soli !


Se altre persone sono in controllo delle nostre azioni, saranno esse a definire il nostro successo e la nostra autostima. È importante avere chiari i nostri obiettivi e lavorare verso il loro raggiungimento. Si può vivere senza certezze ma non si può vivere senza chiarezza!


3. Non fuggono dal cambiamento!


Piuttosto, abbracciano l'inevitabile.Ci sono cinque fasi nel cambiamento:

pre-contemplazione, contemplazione, preparazione, azione, e conduzione del cambiamento.


Completare appieno ciascuna delle cinque fasi è cruciale. Affrontare i cambiamenti fa sempre paura, ma evitarli e allontanarsi da loro impedisce la crescita. "Più si aspetta, più diventa difficile."



4. Non si focalizzano su cose che non possono controllare!


Bisogna focalizzarci sui nostri punti di forza invece che sui nostri punti deboli. Erroneamente , per controllare la nostra ansia, cerchiamo di controllare l'ambiente che ci circonda, invece che gestire le cose che possiamo controllare!



5. Non si preoccupano di accontentare tutti.


Al contrario hanno imparato a dire "no".


Spesso giudichiamo noi stessi, considerando quello che gli altri pensano di noi, ma questo non ci aiuta anzi indebolisce la nostra tenacia mentale.


Ecco quattro fatti che caratterizzano coloro che cercano di compiacere sempre tutti:


a. È una perdita di tempo!

b. Agendo cosi siamo facilmente manipolabili!

c. Diamo agli altri il permesso di sentirsi adirati o delusi!

d.. Non si può accontentare tutti!


Lasciando cadere la nostra mentalità di sempre e comunque compiacere tutti, ci renderà più forti e più sicuri di noi stessi.


6. Non hanno paura di correre dei rischi calcolati.


Invece, si preparano per le sfide cha hanno innanzi!


Le persone hanno spesso paura di correre rischi, che si tratti di rischi finanziari, fisici, emotivi, sociali, o connesse alle iniziative di business.


Ma si riduce tutto alla conoscenza. "Una mancanza di conoscenza su come calcolare il rischio porta ad una maggiore paura".Per analizzare meglio il rischio, bisogna porsi le seguenti domande.


-Quali sono i costi potenziali?


-Quali sono i potenziali benefici?


-Come potrà questo rischio aiutarmi a raggiungere il mio obiettivo?


-Quali sono le alternative?


-Quali sarebbero i benefici se la migliore delle ipotesi si può avverare?


-Quale è la cosa peggiore che potrebbe accadere, e come potere ridurre il rischio che si verifichi?


-Quanto negativo sarebbe se la peggiore delle ipotesi si avverasse?


-Quanto peso e importanza questa decisione avrà tra cinque anni?


7. Non si soffermano sul passato!


Ma prendono tempo per riflettere e imparare dal passato.


Il passato è nel passato. Non c'è modo di cambiare quello che è successo, e "dimorare in esso può essere auto-distruttivo, precludendo la possibilità di godere il presente e pianificare il futuro".


Dimorare nel passato non risolve nulla, e può portare alla depressione.


Però ci può essere un forte beneficio nel pensare al passato. Riflettendo sulle lezioni apprese, considerando i fatti piuttosto che le emozioni, e guardando la situazione da una nuova prospettiva può essere utile e vantaggioso.


Dobbiamo dire addio a ieri. La possibilità di passare attraverso il fallimento è la chiave per continuare a tentare grandi cose. La mente non può concentrarsi su tante cose, quindi se siamo ancora troppo concentrati su quello che abbiamo fatto di sbagliato, non possiamo dare tutta la nostra attenzione per cercare di fare le cose giuste.


Ecco cinque i comportamenti di persone che non hanno imparato dai loro fallimenti:


Confronto. NON bisogna misurare i propri fallimenti con quelli degli altri, e convincere se stessi che le proprie circostanze erano più dure delle loro.


Razionalizzazione. Raccontare a se stessi e agli altri che avete buone ragioni per non avere superato le prove e credendo che coloro che vi incoraggiano "proprio non capisco la vostra situazione.”


Isolamento. Tirarsi indietro e mantenere se stessi separati dagli altri, sia per evitare di affrontare i problemi, sia per continuare a provare pena per noi stessi.


Rammarico. Rimanere bloccati a lamentarsi o cercare di sistemare le cose che NON possono essere modificate.


Amarezza. Sentirsi come una vittima e incolpare gli altri per i risultati negativi.



8. Non ripetono continuamente gli stessi errori!


Al contrario, essi si assumono la responsabilità per cambiare il loro comportamento.


Riflettere ci assicura di non ripetere i tuoi errori. È importante studiare cosa è andato storto, che cosa avremmo potuto fare meglio, e come farlo in modo diverso la prossima volta. Mentalmente, le persone forti accettano la responsabilità per l'errore fatto e creano un piano riflessivo scritto per evitare di fare lo stesso errore in futuro.


9. Non risentono del successo delle altre persone.


Essi celebrano e non si risentono del successo degli altri. Il risentimento è come la rabbia che rimane nascosta e imbottigliata.


Concentrandosi sul successo di un'altra persona non aprirà la strada al proprio successo, dal momento che ci si distrae dal nostro percorso. Anche se si diventa persone di successo, non ci si accontenterà mai se si sta sempre concentrati sul successo degli altri.


Bisogna celebrare il successo degli altri e poi andare avanti alla conquista del nostro senza trascurare i nostri talenti rischiando cosi di abbandonare i propri valori e le proprie relazioni.


10. Non si arrendono dopo il primo fallimento!


"...non ho fallito ho appena trovato 10.000 modi che non funzionano." - Questo diceva Thomas A. Edison prima delle sue maggiori invenzioni.


A nessuno piace fallire, ma se siamo onesti, abbiamo capito che il fallimento è una parte della nostra vita. Non c'è successo senza una certa quantità di fallimento.

Grandi inventori come Thomas Edison sperimentarono molti errori sulla strada per una invenzione di successo.

Anche i migliori giocatori di calcio sbagliano molto più spesso di quanto riescono a fare goal.

CHIUNQUE VUOLE PERSEGUIRE UN OBIETTIVO DI VALORE FARÀ ERRORI E DECISIONI SBAGLIATE.

Quindi, la chiave è quella di aspettarsi il fallimento, per prepararsi, per essere pronti a trasformarlo in una lezione e un trampolino di lancio verso il successo.

Esiste il concetto del fallimento di successo. Questi sono alcuni delle caratteristiche di una persona che lo ha imparato ..

L'OTTIMISMO TROVA IL BENEFICIO IN OGNI ESPERIENZA NEGATIVA.

Thomas Edison ha ridefinito i fallimenti dei suoi esperimenti come il costo per raggiungere il suo traguardo. Quando sbagliava riteneva di avere imparato un modo che non lo avrebbe portato al successo e questo per lui era positivo. Trovando il beneficio del fallimento, è stato in grado di continuare a tentare qualcosa di grande che lo portava sempre a raggiungere le sue invenzioni.


L'ottimismo non è limitato a poche persone, come un tratto della personalità.


L'ottimismo è una scelta. E mentre non garantisce risultati positivi immediati, esso si traduce in una maggiore motivazione e in un carattere più forte.


RESPONSABILITÀ. CAMBIARE LA RISPOSTA AL RISULTATO DEL FALLIMENTO, ASSUMENDOSI LE PROPRIE RESPONSABILITÀ.

Quando non riusciamo in qualcosa, è facile incolpare qualcun altro o qualcos'altro.

Forse le circostanze o le persone con cui abbiamo lavorato. Ma il fallimento è una opportunità di apprendimento.

Se do la colpa a qualcun altro, io metto me stesso fuori dalla condizione di apprendere qualcosa di buono da quella lezione.


La responsabilità è più importante della reputazione. E tende a portare alla ricompensa, che può portare a una maggiore responsabilità.


La nostra disponibilità ad assumerci le responsabilità ci segna come persone che sono mature e pronte a migliorarsi per imparare dal fallimento e continuare a provare.

INIZIATIVA. AGIRE E AFFRONTARE LA PAURA.

Quando noi facciamo degli errori e continuiamo a prendere in considerazione un nuovo tentativo, sentiamo tutti un certo grado di paura. Nel pianificare nuovi tentativi è facile venire fuori con un elenco di cose di cui preoccuparsi.

Ma l' atto della preoccupazione non ci aiuta affatto a realizzare i nostri obiettivi.


Come Corrie ten Boom ha detto, "La preoccupazione di oggi non svuota il domani del suo dolore ma svuota l' oggi della sua forza. “


Credere che il fallimento può essere buono, non è sufficiente per aiutarci ad avere successo. Dobbiamo agire su questa convinzione e fare ancora un passo avanti alla ricerca del nostro sogno. Solo allora impariamo dai nostri errori e progrediamo.


Un fallimento di successo è un fallimento a cui rispondiamo correttamente!


11. Non temono di spendere tempo da soli!


Invece, si creano il tempo per la solitudine.


"La creazione di tempo per essere da soli con i propri pensieri può essere un'esperienza potente, utile per aiutare a raggiungere i nostri obiettivi". Diventare mentalmente forti "richiede di prendere tempo fuori dalla frenesia della vita quotidiana per concentrarsi sulla crescita.

"Ecco alcuni dei vantaggi della solitudine:


-La solitudine nello studio aumenta la produttività.

-Il tempo speso da soli aumenta l'empatia.

- Il tempo speso da soli accende scintille di creatività.

- Il tempo speso da soli fa bene alla salute mentale.


12. Non si aspettano nulla da nessuno!


Essi si concentrano sui loro sforzi. È facile essere adirati con il mondo esterno per i nostri errori o mancanza di successo, ma la verità è che nessuno ha il diritto di avere qualsiasi cosa. Tutto deve essere guadagnato!


"La vita non è destinata ad essere equa e giusta per tutti allo stesso modo".


Se alcune persone sperimentano più felicità o successo di altre, "questa è la vita - ma non significa che qualsiasi cosa è dovuta a tutti in maniera equa ."


La chiave è quella di concentrarsi sui nostri sforzi, accettare le critiche, riconoscere i propri difetti. Paragonando se stessi agli altri ci imposterà solo per una forte delusione, se si pensa di non si riceve ciò che ci aspettiamo ci sia dovuto.


13. Non si aspettano risultati immediati!


Essi fanno piccoli passi verso la meta.


"La volontà di sviluppare aspettative realistiche e la comprensione che il successo non accade durante dalla notte al giorno, è necessaria se si vuole raggiungere il nostro pieno potenziale".


Mentalmente le persone deboli sono spesso impazienti. Essi sovra-stimano le loro capacità e sottovalutano il tempo che il cambiamento prende, aspettandosi cosi solo risultati immediati.


È importante "tenere gli occhi sul premio e la meta da raggiungere" e inesorabilmente lavorare sodo verso i propri obiettivi a lungo termine. Ci saranno fallimenti lungo la strada, ma se si misura il nostro progresso e si guarda al quadro generale, il successo diventerà raggiungibile.



20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti