Leadership al femminile.

Gli esempi di leadership al femminile all'interno delle aziende stanno lentamente aumentando in tutto il mondo. Questo perché le imprese hanno iniziato a capire – e ad apprezzare – lo stile delle donne leader, che offre una serie di caratteristiche tendenzialmente diverse rispetto a quello maschile, e che può avere un impatto significativo sul successo aziendale.


Così come il mondo del business cresce e si evolve, allo stesso modo deve succedere per la leadership, che deve necessariamente trasformarsi e adattare le sue caratteristiche a quelle dell’ambiente in cui è inserita. Questo processo, in molti casi, favorisce quei leader che dimostrano di avere tratti considerati spesso “femminili” piuttosto che maschili. Vediamo quali sono le caratteristiche della leadership al femminile.

Date alle donne occasioni adeguate ed esse potranno fare tutto. Oscar Wilde

Le caratteristiche della leadership al femminile sono:

1. Empatia – Le donne riescono con più facilità ad immedesimarsi negli altri, a saper comprendere e accettare diversi punti di vista e ad avere cura delle opinioni altrui. Queste caratteristiche vengono di solito apprezzate molto dal team, in quanto incentivano ogni membro a comunicare idee e suggerimenti senza il timore di non venire compreso.

2. Saper costruire delle buone relazioni interpersonali – Saper interagire con le persone è una componente importantissima per una leadership efficace. Aiuta ad interpretare ogni situazione con precisione e a saper vedere un problema da prospettive diverse. Inoltre, saper gestire i rapporti all'interno di un gruppo porta ad una maggiore coesione e cooperazione degli elementi.

3. Apertura – essere aperti significa riuscire ad incoraggiare un dialogo onesto e rispettoso, che comprenda anche il lato emotivo di un individuo. Un leader aperto aiuta la propria squadra a condividere paure, dubbi, incertezze, così da risolvere i problemi prima ancora che si presentino. Questo approccio inoltre aiuta a far sì che ogni membro si senta libero di dare il proprio contributo, favorendo così il fervore creativo e la ricerca di soluzioni innovative.

Sono coraggiose le donne, ci costa caro, ma bisogna ammetterlo. La fragilità? Solo uno stato culturale, più che un dato biologico. Sono forti e coraggiose ,le donne.

L’uomo è stabile, fisso, ma se la polarità non è equilibrata la stabilità si traduce in fissità, la fissità si traduce in rigidità, la rigidità in egoismo, e l’egoismo in rabbia. La donna è lunare e fluente, armoniosa, ma se questa polarità non è equilibrata la "lunarità" si trasforma in "lunaticità", il fluire in fluttuare, il fluttuare in instabilità, l’instabilità in insicurezza. Uomo e donna sono come il sole e la luna: fondamentalmente diversi e per questo adatti a cooperare. Abbiamo la tendenza a chiederci più di frequente se siamo state all'altezza, a pensare che avremmo potuto “fare meglio” e cerchiamo continuamente di migliorarci. Gli uomini sono più rapidi a convincersi del proprio successo e delle proprie ce per questo adatti a cooperare.


Se da una parte, dovremmo avere più sicurezza in noi stesse, dall'altra abbiamo la capacità di reagire agli imprevisti, di risolvere i problemi, di influenzare gli altri in maniera positiva.

Sono o non sono già caratteristiche innate proprie dell’essere leader? La verità è che le donne sono un’opportunità per le organizzazioni e per il paese.

La leadership al femminile per la creazione di un gruppo vincente

Tutte queste caratteristiche portano alla creazione di un gruppo di lavoro unito, sereno e capace di sviluppare progetti sia in collaborazione, sia autonomamente. Empatia, relazioni, apertura favoriscono la condivisione dell’esperienza e allontanano un concetto di leadership “gerarchica”, ormai diventato vecchio e non più applicabile alle realtà aziendali odierne. Il leader oggi deve infatti saper lavorare CON il suo gruppo, condividendo idee, discutendo le decisioni e collaborando per cercare le soluzioni ai problemi.

Naturalmente, i tratti qui elencati non sono un’esclusiva delle donne: qualunque leader, maschio o femmina, può provare ad ispirarsi a questo tipo di leadership più femminile , per migliorare ed evolversi sia professionalmente sia personalmente. In un mondo sempre più complesso infatti, restare ancorati alle vecchie abitudini può rappresentare un errore fatale.

"Il vero potere non ha bisogno di tracotanza, barba lunga, vocione che abbaia. Il vero potere ti strozza con nastri di seta, garbo, intelligenza" Oriana Fallaci

Forse, dunque, la chiave per una leadership femminile di successo è una metodica femminile di gestione, in cui una selezione meritocratica e scevra da pregiudizi di genere consenta alle donne di esprimersi liberamente nel mondo del lavoro senza dover emulare alcuno stereotipo di ruolo.


13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti